AGEA, Antezza-Oliverio (PD): agricoltori chiedono agenzia dei pagamenti efficiente e competente

14 novembre, 2017 16:21 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Oggi in Commissione Agricoltura alla Camera è stata discussa una risoluzione del PD, a prima firma Antezza, su Agea.
La grave crisi economica che ha coinvolto il settore primario, soprattutto nell’ambito dei seminativi, del vino, della carne bovina e dell’olio, ha determinato livelli di reddito tra i più bassi degli ultimi dieci anni. Proprio nel periodo di maggiore crisi, quando le entrate dei pagamenti diretti della Pac diventano fondamentali per molte imprese agricole, Agea mostra il cronico malfunzionamento e ritardo nell’erogazione degli stessi pagamenti, nonché di quelli relativi ai programmi di sviluppo rurale.
Dal 2015 risulta un peggioramento per AGEA nella tempistica di pagamento con uno scostamento significativo rispetto al passato; si è passati, infatti, dai 90 giorni, degli anni precedenti, ai 150 del 2015, con un leggero miglioramento nel 2016.
Inoltre , l’Organismo pagatore AGEA non ha ancora avuto per il 2015 e 2016 la liquidazione dei conti da parte della Commissione europea, con il pericolo del mancato riconoscimento delle spese che potrebbero essere imputate all’erario nazionale. Si tratta di importi di circa 7,5 miliardi di euro complessivamente.
L’inefficienza ha riguardato anche la gestione dei titoli della Pac, l’erogazione dei contributi nell’ambito del sistema delle assicurazioni agevolate, nonché l’utilizzo dei sistemi informatici, che hanno registrato serie difficoltà di connessione in prossimità della scadenza delle domande, anche per giornate intere.
I ritardi nei pagamenti e nella gestione delle pratiche si traducono in ritardi competitivi con le imprese degli altri Paesi europei, dove le pubbliche amministrazioni sono in grado di gestire la presentazione delle domande senza affanni e di erogare nei termini i contributi previsti dai regolamenti comunitari.
Abbiamo impegnato il Governo a vigilare affinché siano garantiti i pagamenti Pac, venga ripristinato il rapporto di fiducia con gli agricoltori, sia riformato il sistema informativo e venga rivista da parte del Direttore la governance di Agea, affinché possa essere assicurata, attraverso un’ utilizzazione efficiente del management, e con il necessario e finora mai realizzato avvicendamento dei responsabili apicali di funzioni, la certezza in ordine alle provvidenze da erogare”. Lo dichiarano i deputati Pd Maria Antezza, componente della commissione Agricoltura e Nicodemo OLiverio, capogruppo in commissione Agricoltura.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento