Presentato il programma di “ItinerariRadicali”, progetto vincitore del bando “La Puglia abbraccia Matera”

29 Maggio, 2018 11:50 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Presentato in mattinata nella sede della Fondazione Matera-Basilicata 2019 in via Madonna delle Virtù nei Sassi di Matera il progetto “ItinerariRadicali”, vincitore del bando “La Puglia abbraccia Matera”, vincitore dell’Avviso pubblico per la selezione di proposte progettuali riguardanti azioni innovative di promozione dei territori della murgia barese e tarantina in vista di Matera capitale europea della cultura 2019.
Alla conferenza stampa hanno partecipato Sergio Fadini per l’associazione Il Vagabondo, Rossella Nicoletti per l’associazione Città fertile, Giacinto Marchionna per Gigi Tourism, Francesco Ruggieri per Landing South of Italy e Paolo Verri, direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019, l’assessore comunale di Gravina in Puglia, Annamaria Iurino e l’assessore a marketing e turismo del Comune di Laterza, Mimma Stano. L’incontro è stato coordinato dalla giornalista Antonella De Biasi.

Il progetto, che vede come soggetto proponente l’agenzia Giki Tourism e partner le associazioni Il Vagabondo, Città fertile, AITR – Associazione italiana turismo responsabile, è risultato primo in graduatoria fra le 9 proposte progettuali selezionate sulle 50 presentate. “ItinerariRadicali” nasce come un progetto di partecipazione e scoperta del territorio in vista dell’appuntamento di Matera 2019, volgendo lo sguardo ai comuni vicini alla capitale europea (Ginosa, Laterza, Altamura, Gravina, Santeramo, Gioia del Colle e Castellaneta) per favorire presso di loro l’afflusso e la permanenza dei visitatori, attraverso un programma di attività che si snoda su tre macro aree: Voli in Mongolfiera e ciclo passeggiate, Games Urbani e Passeggiate di comunità.

Paolo Verri, direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019, in apertura ha sottolineato che l’area materana e quella dei centri limitrofi della Puglia fa ormai parte di un unicum rappresentata da una macro-regione che comprende Puglia, Campania, Calabria, Basilicata e Molise, un territorio che ha nel Parco del Pollino un luogo ideale per ospitare iniziative ciclo-turistiche, eventi gastronomici o percorsi di scoperta come quello che presentiamo oggi di Itinerari Radicali. “Il progetto “Itinerari Radicali” – ha spiegato Verri – è una dimostrazione concreta del fatto che il confine amministrativo fra due regioni come la Basilicata e la Puglia non è un limite bensì un elemento che potenzia le nostre realtà. È per questo che diventa sempre più importante ragionare in termini di macroregione. Matera con il suo titolo di Capitale Europea della Cultura 2019 non è infatti un sistema autocratico, ma il punto di riferimento per un’area vasta che comprende Basilicata, Puglia, Calabria e Campania senza soluzione di continuità. Un’opportunità che deve consentire ai privati di poter investire e avere dei ritorni. In questo senso si muove anche il nostro bando sull’allestimento e la gestione della Cava del Sole, uno spazio che la Fondazione e il Comune utilizzeranno solo in parte, per lasciar posto all’iniziativa privata che dovrà riempirlo di contenuti. Con Matera 2019 vogliamo che la cultura diventi un elemento centrale per il tessuto economico del territorio. “Itinerari Radicali” mette al centro uno dei driver di Matera 2019, ossia il concetto di “cittadino temporaneo” che fa un’esperienza del vissuto diretto del luogo visitato. Dal 19 settembre lanceremo il passaporto di 19 euro per diventare nel 2019 cittadini temporanei e partecipare a tutti gli eventi gestiti direttamente dalla Fondazione. Il ricavo della vendita di questi ticket ci consentirà di avere le risorse per le attività di legacy del biennio 2020-2022, puntando proprio a creare nuove attrattività dopo l’anno da Capitale Europea della Cultura. Oltre alla Fondazione, ciascuno dovrà fare il suo, per aumentare questa offerta, valorizzando non solo la città di Matera e i suoi Sassi, bensì tutta l’area circostante”.

Giacinto Marchionna per Giki Tourism illustra i particolari del progetto: “Il progetto è stato finanziato per il 70% dalla Regione Puglia con un contributo di 13 mila euro e per il 30% dalle associazioni coinvolte, Tirtiam Viaggi, Città Fertile, Il Vagabondo e Landing South of Italy. E’ un progetto nato per gioco e che è risultato al primo posto tra i nove selezionati dalla Regione Puglia su 54 presentati. Coinvolge un territorio molto ampio che è quello della murgia tarantina e barese e ha naturalmente Matera come punto di riferimento perchè nel 2019 sarà capitale europea della cultura. Non a caso si parte oggi da Matera e si conclude a Matera il 28 maggio 2019, L’obiettivo sarà quello di portare i visitatori alla scoperta del nostro territorio per farlo fruire e vincere così la sfida dell’over-tourism. Per la promozione degli itinerari ci affideremo agli infopoint dei Comuni coinvolti e alla nostra agenzia Tertiam Viaggi, che offrirà attività gratuite e altre a prezzi competitivi”.

Sergio Fadini per l’associazione Il Vagabondo: “L’obiettivo è quello di valorizzare il turismo responsabile per il quale lavoriamo da diversi anni. ItinerariRadicali prevede passeggiate-gioco per valorizzare i Comuni coinvolti e le comunità attraverso urban game interattivi che mettono in relazione i visitatori con la comunità locale”.

Rossella Nicoletti per l’associazione Città fertile: “Abbiamo pensato di realizzare passeggiate di comunità per coinvolgere non solo i visitatori ma anche i cittadini che dovranno raccontare le proprie tradizioni per far comprendere meglio ai visitatori le relazioni sociali e culturali dei luoghi che vengono attraversati”.

Michele Capolupo

Di seguito la scheda del progetto e le tappe previste nei centri limitrofi della Puglia di Ginosa, Altamura, Santeramo, Gioia del Colle, Gravina, Laterza e Castellaneta e la città di Matera.

Un cammino attraverso la magica terra della Murgia che abbraccia la capitale europea della Cultura 2019, Matera.
ItinerariRadicali nasce come un progetto di partecipazione e scoperta del territorio in vista dell’appuntamento con Matera 2019, volgendo lo sguardo ai comuni vicini alla capitale europea per favorire presso di loro l’afflusso e la permanenza dei visitatori. Il progetto è stato primo nella graduatoria del bando indetto dalla Regione Puglia e dal Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e valorizzazione del territorio Sezione Economia della Cultura: “La Puglia per Matera 2019”. L’avviso pubblico riguardava appunto la selezione di proposte progettuali relative alle azioni innovative di promozione dei territori della murgia barese e tarantina, in vista di Matera Capitale Europea della Cultura 2019. GikiTourism ha conquistato la “vetta” di questo bando con un progetto ambizioso e culturalmente frizzante che mette al primo posto l’intento di coinvolgere i partecipanti per farli vivere un’esperienza creativa, interattiva e innovativa sui temi cari alla comunità internazionale e nazionale: ad iniziare dai patrimoni materiali e immateriali, passando per le tipicità enogastronomiche per poi abbracciare nuove tematiche nel 2019.
Grande attenzione sarà rivolta all’incontro con le comunità locali, uno dei pilastri dell’agenda europea 2030, per favorire un turismo sostenibile. Conoscere i territori e le comunità con occhi diversi ponendo attenzione a tutti gli aspetti (natura, tradizioni, sapori) pregnanti in questo territorio allargato. Tre le macro aree tematiche nelle quali si snoderà l’intero programma: Voli in Mongolfiera e ciclo passeggiate, Games Urbani e Passeggiate di comunità. La prima area prevede un’ escursione in mongolfiera partendo da Ginosa verso la spiaggia di sabbia finissima di Marina di Ginosa. Si scopriranno le Gravine in modo ecosostenibile ed originale e si potranno noleggiare delle bici per una ciclo-passeggiata che seguirà la mongofliera in volo. I “giochi urbani” sono invece basati sui valori del turismo sostenibile: potremmo definirli un po’ passeggiate, un po’ gioco: rappresentano un modo innovativo e interattivo di conoscere i territori, coinvolgendo operatori turistici, produttori, comunità locali e un finale creativo che vedrà i bambini protagonisti.
Infine le passeggiate di comunità saranno un piccolo viaggio alla scoperta di tradizioni antiche e rinnovate, momenti di incontro per farsi raccontare la bellezza dei territori da chi li vive quotidianamente. Partecipare al progetto che vivrà in un annualità e si svolgerà appunto nei comuni di Ginosa, Laterza, Altamura, Gravina, Santeramo, Gioia del Colle e Castellaneta sarà semplicissimo: ci si potrà informare attraverso i social network dei partner e quelli delle realtà di promozione turistica locale, sui media online della zona e realtà associative del territorio murgiano, materano e nazionale (Aitr). Il tutto sarà coordinato seguendo un metodo sinergico, per favorire l’identità del gruppo: i giochi, le passeggiate e i voli in mongolfiera saranno realizzati infatti favorendo le relazioni tra i partecipanti, mentre fondamentale sarà la condivisione e il passaparola saranno attuati sia dai turisti che dai cittadini. Si partirà a giugno 2018 con il giro in mongolfiera a Mottola, quindi ci sarà la passeggiata di comunità a luglio, a Santeramo. I VagaPlay, giochi urbani nei centri storici di Altamura, Laterza a luglio. Dopo una breve pausa ci sarà il VagaPlay di nuovo ad Altamura e le passeggiate di comunità sempre ad Altamura a Settembre, poi a Marzo 2019 a Gravina e Gioia del Colle.
Castellaneta ospiterà i VagaPlay a maggio del 2019, Ginosa invece il giro in mongolfiera ed infine ci sarà la realizzazione report e materiale digitale di testimonianza dell’intero progetto a giugno 2019 con una serata di “restituzione” nel set della capitale europea, Matera.

La fotogallery della conferenza stampa (foto www.SassiLive.it)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.