La patamacchina 2019: Matera che gioca al futuro: report e fotogaller

6 dicembre, 2013 08:48 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

 
Sabato 7 dicembre 2013 alle ore 18 nella chiesa del Carmine di Palazzo Lanfranchi si presenta la Patamacchina 2019, ovvero Matera che gioca al futuro. 

La Soprintendenza per i Beni Storici Artistici Etnoantropologici della Basilicata, nell’ambito di un ampio progetto di rinnovamento del Museo di Palazzo Lanfranchi che si vuole rendere sempre più aperto e accogliente anche attraverso una nuova “immagine coordinata” che ne favorisca la comunicazione interna ed esterna, è impegnata da tempo a portare avanti un intenso programma di iniziative culturali – dentro e fuori il Museo –rivolte a far crescere la partecipazione dei cittadini attraverso l’ascolto e il coinvolgimento diretto, come è avvenuto con grande simpatia e successo nel Quartiere di Spine Bianche.
In piena sintonia con la prospettiva che orienta il programma culturale contenuto nel Dossier di candidatura per Matera ECoC 2019, che invita a stimolare e a valorizzare le energie creative presenti sul nostro territorio, la Soprintendenza, nell’ambito di un progetto espositivo dedicato alle Patamacchine ancora in corso, ha commissionato all’Associazione ‘La luna al guinzaglio’ una serie di laboratori creativi per la progettazione-realizzazione di una speciale Patamacchina 2019. Tra le linee operative della Soprintendenza vi è anche quella di promuovere nuovi linguaggi artistici e forme di comunicazione contemporanee grazie al sostegno del Mibac che, attraverso il Piano per l’Arte contemporanea, garantisce l’incremento delle collezioni pubbliche e la promozione dei giovani artisti.
I laboratori di creatività, che si sono tenuti nella Chiesa del Carmine nel mese di novembre, hanno visto la partecipazione, in sessioni diverse, di numerosi bambini ma anche di adulti impegnati con grande entusiasmo nel progetto.
L’opera realizzata, simbolo e testimonianza dello sforzo collettivo che impegna la nostra Città e l’intera regione Basilicata per il raggiungimento dell’importante obiettivo di Matera Capitale Europea della Cultura nel 2019, farà parte delle collezioni permanenti del Museo di Palazzo Lanfranchi.
La Patamachina 2019 sarà presentata alla comunità Sabato 7 dicembre 2013, alle ore 18.00 nella Chiesa del Carmine di Palazzo Lanfranchi.
Interverranno il Soprintendente Marta Ragozzino, il Sindaco di Matera Salvatore Adduce, il Presidente del Comitato Matera 2019 Paolo Verri e il Presidente dell’Associazione ‘La luna al guinzaglio’ Rossana Cafarelli.
La Patamacchina 2019 è il frutto di un percorso creativo condiviso che, partendo dall’esplorazione di nuovi oggetti ‘pensati per il futuro’, che coniugano collettività e arte attraverso il gioco e l’ironia, connoterà con il linguaggio contemporaneo l’immagine di Matera per il 2019.
Sarà possibile visitare inoltre la mostra Le Patamachine al Museo – allestita nella Sala Levi e prorogata per l’occasione – dove sono esposte una decina di opere interattive costruite con parti riciclate di oggetti della vita quotidiana che affrontano ironicamente e criticamente i problemi della nostra contemporaneità attraverso invenzioni fantastiche, ispirate al passato ma pensate per il futuro. Sono oggetti meccanici funzionanti, molto complicati e ‘esteticamente interessanti’, completamente realizzati con materiali di scarto R.A.E.E. [Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche] recuperati dalla piattaforma ecologica dell’Azienda Comunale per la Tutela Ambientale di Potenza.
L’Associazione La Luna al Guinzaglio, attiva da dieci anni, opera a Potenza all’interno del Salone dei Rifiutati che è un’Officina per la Creatività ma anche un CEAS [Centro di Educazione Ambientale per la Sostenibilità].


        

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento