“Economie a confronto: il ruolo del Liceo Economico Sociale”, al via a Matera il convegno nazionale “Rete Nazionale dei Licei Economico Sociali” del progetto “Cultura e scuola”

19 Novembre, 2019 16:06 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

“Economie a confronto: il ruolo del Liceo Economico Sociale”, al via a Matera il convegno nazionale “Rete Nazionale dei Licei Economico Sociali” del progetto “Cultura e scuola”: report e foto
“Economie a confronto: il ruolo del Liceo Economico Sociale”. E’ il tema scelto per il terzo convegno nazionale “Rete Nazionale dei Licei Economico Sociali” promosso nell’ambito del progetto “Cultura e scuola”. Il primo dei due appuntamenti in programma si è svolto nella sala Levi di Palazzo Lanfranchi a Matera.
“E’ un convegno importante per la nostra città – ha spiegato la dirigente scolastica dell’Istituto Stigliani, Rosanna Papapietro – che evidenzia lo stretto legame tra cultura ed economia, ma soprattutto la forte relazione tra le discipline LES e il territorio”.
I lavori della giornata inaugurale sono stati aperti con un intervento musicale a cura degli studenti del Liceo “Tommaso Stigliani” di Matera. A seguire i saluti del sindaco Raffaello De Ruggieri, dell’assessore comunale alle Politiche per la famiglia, scuola e casa Marilena Antonicelli, del coordinatore USR Basilicata Claudia Datena e del direttore del Polo Museale Regionale Basilicata, MiBACT Marta Ragozzino. Nel corso del seminario sono stati affrontati diversi temi: “Donne-lavoro-economia, una riflessione sul gender balance e sul gender gap”, “La comunicazione del patrimonio culturale Economia, turismo e sviluppo del territorio”, “Tecnologie didattiche per l’insegnamento. Apprendimento informale e non formale”.
I lavori della prima sessione sul tema “Donne-lavoro-economia. Una riflessione sul gender balance e sul gender gap”, coordinati da Maria Teresa Ingicco, Dirigente scolastico e capofila rete nazionale LES, hanno coinvolto Giovanna Paladino, Direttrice Museo del Risparmio di Torino, che ha conversato con Marcella Corsi, docente dell’Università La Sapienza di Roma sul tema “Misurare l’invisibile” e Barbara De Amicis, giornalista economica sul tema “Perché lei guadagna meno di lui”. Nella seconda sessione sul tema “La comunicazione del patrimonio culturale. Economia, turismo e sviluppo del territorio” Patrizia De Socio, cabina di regia della Rete Nazionale LES, ha conversato con Salvatore Adduce della Fondazione Matera-Basilicata 2019 su “Nuovi modelli di sviluppo per un’economia della cultura. Il caso Matera” e con Elena Cagiano de Azevedo del MiBACT su “I luoghi della cultura come strumento di promozione, comunicazione e risorsa”.
La prima giornata del seminario si è conclusa con una visita al centro storico di Matera, al Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata di Palazzo Lanfranchi, al Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola” e con presentazione e dimostrazione tecnico-artigianale della cartapesta a cura di Raffaele Pentasuglia.
La seconda giornata nel Liceo “Tommaso Stigliani” di Matera si aprirà, alle ore 8.45, con i saluti del dirigente scolastico Rosanna Papapietro e verterà sui temi: “Agenda 2030: promuovere la crescita economica inclusiva e sostenibile ed educare alla cittadinanza europea”, “In gara per costruire consapevolezza economica. Le Olimpiadi di Economia e Finanza”, “Le nuove collaborazioni per il Liceo Economico Sociale: ambiti di ricerca, attività, proposte”. A concludere saranno il dirigente scolastico Maria Teresa Ingicco, capofila rete nazionale LES e del dirigente del Liceo “Tommaso Stigliani” Rosanna Papapietro con un intervento sul tema “Da Matera a Parma. Cultura e Scuola: il passaggio del testimone attraverso la rete dei LES”. Nel pomeriggio sono in programma visite culturali, su prenotazione, alla Città di Matera e alla Scuola di Alta Formazione e studio “Michele D’Elia”- Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro.

La fotogallery del Convegno (foto www.SassiLive.it)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.