Daniel Craig è sbarcato a Bari Palese, tutti a caccia di James Bond. Sul set a Matera con Ralph Fiennes, Naomie Harris, Rami Malek, Lea Seydoux e Ana De Armas: cast e foto

8 Settembre, 2019 21:46 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Daniel Craig, l’attore britannico che per l’ultima volta sarà impegnato nel film “No time to die”, l’ultima produzione cinematografica dedicata a James Bond, è sbarcato in serata all’aeroporto di Bari Palese e si è diretto verso una località segreta della costa jonica materana per la sua prima notte italiana in vista delle riprese in programma nella prossima settimana a Matera.

Daniel Craig ha raggiunto l’Italia partendo da Toronto, dove aveva partecipato al TIFF, il Toronto International Film Fest, per la presentazione del film Knives Out, il mistery thriller diretto e scritto da Rian Johnson Knives Out, in cui è uno dei protagonisti.

Sono pronti a girare le scene a Matera dopo aver raggiunto le rispettive strutture ricettive anche le attrici e gli attori principali del cast: Ralph Fiennes, Naomie Harris, Rami Malek, Lea Seydoux e Ana De Armas.

Daniel Craig girerà nella città dei Sassi scene interne, in particolare nell’Hotel Balcony Buil allestito nei Sassi di Matera, nell’area sottostante piazzetta Pascoli, nel cuore del centro storico materano e nel cimitero britannico costruito presso la Madonna delle Vergini, nel Parco della Murgia Materana.

Michele Capolupo

Nella foto www.SassiLive.it Daniel Craig all’aeroporto di Bari Palese e il cast che gira a Matera

La biografia di Daniel Craig

Daniel Craig, nome completo Daniel Wroughton Craig è un attore britannico nato a Chester il 2 marzo 1968.
È noto per aver ricoperto il ruolo di James Bond in Casino Royale, Quantum of Solace, Skyfall e Spectre, e per il quale è stato candidato per due volte ai Premi BAFTA come miglior attore. Tra gli altri noti film ai quali ha partecipato figurano Cowboys & Aliens, Defiance – I giorni del coraggio, Elizabeth, Era mio padre, La bussola d’oro, Le avventure di Tintin – Il segreto dell’Unicorno, Millennium – Uomini che odiano le donne, Munich e The Pusher.
Figlio di Timothy James Craig e di Olivia Williams, entrambi di origini gallesi, a quattro anni, dopo il divorzio dei genitori, si trasferisce a Liverpool.[5] Brillante negli studi e nello sport, specialmente nel rugby, attorno ai sedici anni manifesta interesse nel campo della recitazione. Studia alla National Youth Theatre, per mantenersi agli studi fa il cameriere per diversi anni fino a laurearsi, nel 1990, presso la prestigiosa “Guidhall School of Music and Drama”.
Dal 1992 al 1994 è stato sposato con l’attrice scozzese Fiona Loudon, da cui ha avuto una figlia nel 1993. Nel 2011 ha sposato a New York l’attrice inglese Rachel Weisz; la coppia ha una figlia, nata nel 2018.
Debutta nella serie televisiva Le avventure del giovane Indiana Jones nel ruolo di Schiller, e successivamente recita nel film La forza del singolo al fianco di Morgan Freeman. Dopo varie pellicole secondarie e produzioni per il piccolo schermo, approda al cinema impegnato nel film Elizabeth di Shekhar Kapur, con Cate Blanchett; assieme al ruolo di un omosessuale in Love Is the Devil, queste interpretazioni gli permettono di ottenere una certa visibilità.
Nel 2001 lavora a Hollywood nel blockbuster Tomb Raider con Angelina Jolie, e in Era mio padre di Sam Mendes. Nel 2003 è nel cast del discusso The Mother e nel successivo L’amore fatale, entrambi del regista Roger Michell. Lavora poi con Gwyneth Paltrow in Sylvia e in The Jacket, fino a essere scelto da Steven Spielberg per Munich, al fianco di Eric Bana. Nel 2004 recita da protagonista assoluto in The Pusher, dove interpreta uno spacciatore che cerca di uscire dal giro. Nello stesso anno iniziava lo sviluppo preliminare di un ambizioso adattamento cinematografico, per la regia di Scott Derrickson, basato sul poema Paradiso perduto di John Milton; il produttore Vincent Newman stava pensando a Craig o Heath Ledger per il ruolo di Lucifero, ma il film non si concretizzò mai realmente.
Tra il 2002 e il 2006 prese parte in ruoli secondari a diverse pellicole importanti, tra cui Era mio padre di Sam Mendes (2002), The Jacket di John Maybury (2004) e Munich di Steven Spielberg (2005), senza però riuscire a elevarsi a protagonista assoluto. Nel 2006 recita nel biopic dedicato allo scrittore Truman Capote, Infamous – Una pessima reputazione di Douglas McGrath, al fianco di Toby Jones, Sandra Bullock, Gwyneth Paltrow, Isabella Rossellini, Sigourney Weaver, Peter Bogdanovich e Jeff Daniels.
Il 14 ottobre 2005 la EON Productions rese nota la notizia dell’ingaggio di Craig come nuovo James Bond, dopo aver battuto la concorrenza di attori come Clive Owen, Ewan McGregor, Colin Farrell e Hugh Jackman, prendendo il posto di Pierce Brosnan nel 21° film dedicato all’agente segreto. Craig è il sesto attore a interpretare l’agente 007 e il secondo, insieme a Roger Moore, a essere biondo; nonostante questo, che da molti veniva visto come un ostacolo, Craig dimostra di essere al pari dei suoi predecessori, e il suo debutto in Casino Royale conquista pubblico e critica, piazzandosi subito tra i migliori film di James Bond di sempre. Anche le recensioni su Craig sono ottime, riuscendo a risollevare il mito di Bond che negli ultimi vent’anni aveva visto una lieve battuta d’arresto con le interpretazioni di Timothy Dalton e Pierce Brosnan.
Nel 2007 ha recitato in due film accanto a Nicole Kidman, Invasion remake del fanta-thriller L’invasione degli ultracorpi, e il fantasy La bussola d’oro. L’anno dopo torna a vestire i panni di James Bond nel film Quantum of Solace, sequel del campione d’incassi Casino Royale, riuscendo a bissarne il successo sia a livello di critica sia di incassi. Nello stesso anno Daniel Craig è stato nominato secondo, nella classifica “Uomini più sexy del mondo” stilata dalla rivista People, dietro Hugh Jackman. Nel 2011 è il protagonista di un film di successo, Millennium – Uomini che odiano le donne, diretto da David Fincher, seconda versione cinematografica dell’omonimo romanzo di Stieg Larsson. Nello stesso anno recita nel western fantascientifico Cowboys & Aliens e nel thriller Dream House, che però non convincono pienamente la critica. Nel 2012 interpreta per la terza volta il ruolo di James Bond in Skyfall. A quattro anni di distanza dall’ultima interpretazione, il film ottiene un successo ancora maggiore dei precedenti, guadagnando 5 candidature agli Oscar e vincendone 2, arrivando a incassare in tutto il mondo 1,1 miliardi di dollari, facendone il film più fruttuoso di sempre della serie di James Bond.
Nello stesso anno veste i panni di 007 anche nel cortometraggio Happy and Glorious di Danny Boyle, realizzato per la cerimonia di apertura dei Giochi della XXX Olimpiade, in cui Craig recita accanto a Elisabetta II del Regno Unito. Il 4 dicembre 2014 viene annunciato il suo ritorno nei panni di Bond nel ventiquattresimo film della saga, Spectre, uscito nelle sale britanniche il 25 ottobre 2015. Nell’agosto 2017, ospite del The Late Show with Stephen Colbert, annuncia che tornerà ad interpretare per la quinta e ultima volta James Bond nel 25° film della serie, intitolato “No time to die”.

Nella fotogallery le prove tecniche per alcuni effetti speciali sui Sassi di Matera a cura della produzione del film “No time to die” di James Bond (foto Antonio Caputo e Teod Corbo)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.