Dal 20 febbraio bus navetta Stigliano-Ferrandina Scalo, note Benedetto, Cifarelli e gruppo social “Stigliano nel cuore”

17 febbraio, 2017 17:38 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

L’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Basilicata, Nicola Benedetto, comunica che, a seguito di intesa con la Provincia di Matera, a partire da lunedì 20 febbraio, e per due mesi, sarà istituita una linea bus navetta sulla tratta Stigliano – Ferrandina Scalo, in coincidenza con le corse del treno Frecciarossa.
L’esponente del Governo  lucano, nel sottolineare che il servizio sarà a costo zero per la Regione, fa presente che questa nuova corsa sperimentale viene incontro  anche alle richieste avanzate dall’Amministrazione comunale di Stigliano e da oltre un migliaio di cittadini dell’area della collina materana promotori di un’apposita petizione popolare.

Trasporto pubblico locale tratta Stigliano–Anic, consigliere regionale Cifarelli (PD): “Bene la nuova sperimentazione”

Va salutata con favore la notizia dell’avvio della sperimentazione in tema di trasposto pubblico locale su gomma che interesserà la tratta di collegamento Stigliano – ex ANIC e che ora passerà anche da Ferrandina Scalo consentendo, così, di poter incrociare la percorrenza del treno Frecciarossa. Questo il commento del capogruppo PD in consiglio regionale, Roberto Cifarelli.

Già nel corso dell’ultimo incontro con i sindacati in tema di trasporto pubblico locale, alla presenza del Presidente Pittella, l’assessore Benedetto aveva sostenuto l’esigenza di rendere più produttive le corse esistenti citando proprio il caso della tratta Stigliano-Anic. Della questione mi aveva interessato il Sindaco di Stigliano, Antonio Barisano, con il quale avevamo condiviso la necessità di razionalizzare una tratta che attualmente è poco utilizzata facendo in modo che la stessa potesse anche incrociare la percorrenza del treno Frecciarossa aggiungendo, in questo modo, un servizio in più ai cittadini della montagna materana. Bene ha fatto dunque, l’assessore Benedetto, nell’assecondare le giuste rivendicazioni provenienti da quel territorio.

Spero, conclude Cifarelli, che si possa proseguire con l’attività di razionalizzazione delle linee del trasporto pubblico locale avendo come obiettivo il miglioramento della qualità del servizio per i cittadini.

Trasporto pubblico locale tratta Stigliano–Anic, nota gruppo social “Stigliano nel cuore”

La Petizione Popolare, sottoscritta da 1069 cittadini, per l’istituzione di un bus-navetta Stigliano-Ferrandina scalo in coincidenza con le corse del Frecciarossa da e per Roma, è stata recepita dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Nicola Benedetto che ha annunciato l’avvio sperimentale del servizio a partire da lunedì 20 febbraio prossimo, a costo zero per la Regione, in quanto sono state spostate corse in partenza da Stigliano che non registravano passeggeri. A darne comunicazione è il gruppo social “Stigliano nel cuore” promotore della petizione che ieri ha incontrato l’assessore Benedetto per discutere della richiesta. Secondo il Gruppo Stigliano nel cuore si è trattato di un incontro positivo, attraverso un colloquio costruttivo, che ci ha visti esporre le problematiche e le difficoltà di un intero territorio in riferimento alla mobilità e ai trasporti e che risente da troppo tempo di problemi infrastrutturali che ne acuiscono l’isolamento.Le nostre istanze e la nostra richiesta sono state accolte al 100% dall’Assessore Benedetto a cui diamo atto di aver dato una tempestiva risposta e quindi una soluzione alla richiesta di un’ampia comunità. La petizione ha infatti raccolto le adesioni dei sindaci di Aliano, Cirigliano, Gorgoglione, Guardia Perticara, Corleto Perticara, Craco e Sant’Arcangelo, tutti paesi che credono nel servizio Frecciarossa come opportunità di miglioramento e velocizzazione dei collegamenti di trasporto anche per parenti, familiari, cittadini degli stessi centri che si sono traferiti nel centro-nord. Dobbiamo sottolineare – affermano gli esponenti del Gruppo Social – che questo è un bell’esempio di servizio della politica e della massima istituzione regionale ai cittadini perché capita assai raramente che si raccolga in così poco tempo una richiesta che parte dal territorio in maniera spontanea. Il servizio è definito sperimentale ma – si evidenzia – è destinato a registrare un buon numero di utenti in modo da diventare permanente per favorire l’utilizzo del Frecciarossa.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

1 commento

  1. 2 mesi  

    pabiusi

    la stessa cosa si può fare con un Grottole-Anic ed abolire le altre 4 corse. Gli operai che raggiungono l’anic potrebbero arrivare un pò dopo!!!!!!!!!!!!!!!!!