Rotondella prima di tutto: possibile contaminazione del territorio di Rotondella e l’Amministrazione continua a dormire

13 settembre, 2017 15:16 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Il Gruppo di Opposizione “Rotondella prima di tutto” da sempre ha posto attenzione alla tematica della sicurezza ambientale e ha sempre chiesto di non abbassare mai l’attenzione. Purtroppo il report di Arpabpubblicato il 1 Settembre desta preoccupazioni poiché i valori di Tricloroetilene e di Cromo esavalente derivanti dall’ITREC Trisaiasono di gran lunga superiori ai valori soglia, addirittura 500 volte oltre il limite normativo previsto. Il Gruppo di Opposizione, tramite una sempre attenta e costante attività consiliare, ben prima di questo report (21 Agosto) aveva già chiesto un incontro pubblico per discutere dei risultati del piano di caratterizzazione e negli ultimi giorni tramite la pagina Facebook sta sensibilizzando la cittadinanza ad interessarsi alla questione.
In particolar modo, il Gruppo di Opposizione è rammaricato dei ritardi causati dall’Amministrazione e dalla irresponsabilità degli stessi su come si sta gestendo questo grave problema. Già nell’Ottobre 2015, il Gruppo di Opposizione sollecitava il Sindaco e l’amministrazione comunale a convocare la Conferenza dei Servizi e il tavolo della trasparenza. Sempre nell’Ottobre del 2015 ai richiami del gruppo di opposizione, si aggiunsero quelli del Movimento 5 Stelle di Basilicata con un articolo intitolato: “Il sindaco Vito Agresti dorme sonni tranquilli: noi no”. Gli attivisti di Novasiri, infatti, ribadivano che spettasse al Sindaco convocarla mentre il Sindaco non sapeva o non voleva adempiere al suo dovere. Solo il 21 Dicembre 2016, su richiesta del Gruppo di Opposizione, si è avuto un primo e unico (al momento) incontro tra Comune di Rotondella, Enea e Sogin per discutere della vicenda. In tale occasione, il Consigliere di Opposizione Mario Cucari suggerì: i) di attivare un Osservatorio Comunale sull’ambiente; ii) di istituire il registro comunale dei tumori; iii) di effettuare analisi privatamente, come fatto dall’Amministrazione di Pisticci per problemi analoghi. In quella data, si lanciòanche l’allarme che il pozzetto 34 (il pozzetto all’interno della recinzione ENEA più vicino al confine esterno),presentava già ad Agosto 2016 (ReporSogin al Ministero dell’Ambiente) valori significativi oltre il valore limite di contaminazione e che quindi era facile prevedere una fuoriuscita all’esterno. Tutte richieste rimaste inascoltate purtroppo, tra cui la richiesta di un ulteriore incontro dopo pochi mesi.
Oggi la notizia della contaminazione fa ancora più male. Non si perda ulteriore tempo. Noi ci teniamo alla salute e tu Sindaco?
Gruppo di Opposizione – Rotondella Prima di Tutto

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento